BLOG

Blog Rue Saint Jules StyleIl mio blog: consigli di moda, accenni di cultura, qualche confidenza e un pizzico di cucina!

A passeggio alla mostra sui Kennedy

Posted by on 11, ottobre, 2018 in Appunti sulla moda, ☺Idee per il weekend | 0 comments

Idee-per-il-week-endA passeggio alla mostra fotografica sui Kennedy a Palazzo delle Stelline. Eccomi, ci sono. Sono passati 65 anni dal matrimonio tra Jacqueline Lee Bouvier e John Fitzgerald Kennedy e il fascino della coppia e della dinastia non tramonta. L’Istitut francais Milano ospita nei sui spazi l’unica tappa italiana della mostra fotografica “The Kennedy Years” curata da Frederic Lecomte.-Dieu ossia da uno dei più conosciuti biografi della famiglia Kennedy.
La mostra visitabile fino al 13 ottobre 2018 rappresenta momenti privati e pubblici della famiglia Kennedy attraverso 200 foto provenienti dagli archivi. Passeggiando tra un’immagine e l’altra si può ammirare l’unica riproduzione esistente dell’abito da sposa di Jackie (stilista Ann Lowe) ancora oggi considerato un’icona della storia della moda e il modello della famosa sedia a dondolo di John Kennedy direttamente arrivata dal Fitzgerald Kennedy Presidential Library and Museum di Boston. Le immagini ripropongono i soggiorni della coppia a Roma, Capri, Venezia e Milano tra il 1935 e il 1963. Si vedono le immagini di Kennedy con il suo migliore amico Lem Billings oltre alle immagini del padre e della numerosa famiglia d’origine. L’eleganza e la raffinatezza di Jackie è imbarazzante e lascia il segno. Si respira un’aria di ridente passato permeata di dolore e morte. Se avete desiderio di rilassarvi un’oretta, fate un salto. Non resterete deluse!
A presto. Lady RSJ

Bracciali importanti

Posted by on 4, ottobre, 2018 in Appunti sulla moda | 0 comments

Bracciali importanti che definiscono il look da soli. È l’ultimo trend del momento. Un accessorio che definisce la donna che lo indossa ed è simbolo di potere femminile. I bracciali di cui parlo sono le polsiere alte e spesso rigide che troneggiano sul braccio. Esse sono appariscenti e sono un segnale di stile e di forza. Si presentano maestosi al polso e spesso rappresentano l’indole battagliera e dominante di colei che li indossa. Una donna che combatte con orgoglio per la propria indipendenza di pensiero ed economica in linea con il momento storico in cui viviamo. Molte sono le proposte degli stilisti però sono rimasta colpita da tre paladine del genere: Federica Tosi, Krack Milano e Anna Porcu. Federica Tosi per le creazioni dal sapore tribale è un po’ selvatiche. Anna Porcu per l’unicità dei pezzi e l’uso dei cammei autentici. Krack Milano per l’allacciatura intrecciata della polsiera ideata da Caterina Ruggeri che conferisce uno stile sovversivo. Guardate voi… a presto

Lady RSJ

Stile Texas

Posted by on 27, settembre, 2018 in Appunti sulla moda | 0 comments

Stile Texas: è questo il richiamo che mi viene in mente quando vedo i nuovi modelli di stivali che stanno spopolando e che troneggiano nelle vetrine attirando le fashion-victim più attive. Se torno indietro negli anni mi sembra di vedere le puntate di “Dallas” anzi, ad essere precisa, mancherebbero solo i cappelli in testa.

Vi ricordate la soap-opera statunitense trasmessa su Canale 5 dal 1981 in poi? Tornano quindi gli stivali da cowboy. Questi stivali sono sempre meno country e sempre più ricercati e da città. I materiali sono vari: dal plexiglas, al rettile fino ad azzardare con le più fantasiose combinazioni di colori. Non c’è scampo. Tutte le maison li propongono. Dalla bon-ton Alberta Ferretti all’innovativo Casadei fino a Sergio Rossi e altri ancora. Insomma, gli stivali Texas sono il nuovo must-to-have Fall-Winter 2018-19. Non sono il vostro genere? In verità neppure il mio però sulle versioni a più colori si può fare un pensiero.

A presto. Lady RSJ

E. Polignano: nuove iniziative

Posted by on 20, settembre, 2018 in Appunti sulla moda | 0 comments

Polignano: nuove iniziative in arrivo. La stilista continua a stupire non solo per le sue collezioni ma anche per le belle iniziative benefiche e non solo che porta avanti.  E questa volta propone “La Forza delle Donne”.

“La Forza delle Donne” è la nuova web-serie presente online e sui social network che vuole celebrare il coraggio delle donne dinnanzi alle difficoltà della vita e che conferma l’impegno della maison a favore della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. L’idea è di Simona Bretagna (Responsabile comunicazione E. Polignano, Fondatrice e Managing Partner di Black Tie Professional).

Protagoniste e voci narranti delle puntate, girate all’interno del Teatro Coccia di Novara in occasione della prestigiosa rassegna dedicata al mondo del balletto ‘Novara Dance Experience’, tre  stelle della danza: Carla Fracci, Oriella Dorella e Luciana Savignano, per le quali Elisabetta Polignano ha realizzato in esclusiva e donato i tre abiti per la serata di gala. La nuova Web Serie intende desidera proseguire il ‘viaggio’ iniziato con la presentazione delle nuove Collezioni Sposa 2019. Un modo per riaffermare la dedica di Elisabetta Polignano alla figura della Donna, “primo motore del mondo” e fonte inesauribile di amore ed energia. ‘La Forza delle Donne’ è la seconda Web Serie realizzata nella storia del brand. Fa seguito, infatti, all’esperienza de “Il Mio Abito da Sposa”, prima Web Serie italiana, l’iniziativa 2.0 nata nel 2014 sui social network e pensata per valorizzare la relazione vera e trasparente della stilista con le future spose e per raccontare, davanti alle telecamere, quel percorso speciale ed emozionante che Elisabetta Polignano sa affrontare con ogni donna nel suo Atelier, durante le prove d’abito. Un percorso fatto di ascolto e dedizione, consigli e complicità. Valori che, assieme al rispetto e alla garanzia del vero ‘Made in Italy’, costituiscono il fil rouge anche in questa nuova serie. Vi consiglio vivamente di seguire questa bella iniziativa. A presto! Lady RSJ

Per seguire la Web Serie ‘La Forza delle Donne’:

– il link al ‘Blog di Elisabetta Polignano’: https://elisabettapolignano.com/category/web-serie/

– il canale ufficiale della stilista su YouTubehttps://www.youtube.com/user/ElisabettaPolignano

– gli altri social: Facebook:: /ElisabettaPolignano  |  Twitter: @EPolignano  |  Instagram:  /EPolignano |        Pinterest: epolignano  |  Google+:  +ElisabettapolignanoSposa

E-Polignano-Cristiana-DellAnna

Letture serali

Posted by on 6, settembre, 2018 in Appunti sulla moda, Gocce di cultura | 0 comments

L’estate sta finendo e il piacere di leggere un romanzo sotto l’ombrellone svanisce per lasciar spazio alla lettura serale avvolta da una calda coperta sul divano oppure direttamente nel letto adagiata su tutti i morbidi cuscini che riesco a recuperare in casa. Questa è l’immagine della mia persona in versione intellettuale: qualcosa di tutt’altro che raffinato che si rannicchia alla ricerca di calore e di emozioni. Al momento non sono molto soddisfatta dei miei tour in libreria perciò vi segnalo quanto ho letto e sto leggendo che mi sembra degno di essere suggerito.
Un classico che non tradisce mai è il romanzo di Camilleri in commercio da inizio giugno 2018 (intitolato “Il metodo Catalanotti”) che racconta la nuova avventura del mitico commissario Montalbano. Questa volta il nostro Salvo è alle prese con un un morto di cera e un defunto vero.
Il primo strumento di esercitazione per reclutare attori e l’altro passato a miglior vita per aver esagerato nell’applicazione del suo metodo appunto Catalanotti. Il protagonista di questo romanzo è il teatro infatti è proprio il metodo personalissimo che la vittima si è inventato per mettere in condizione gli attori di esprimersi al meglio che permette a Camilleri di creare un romanzo che oscilla tra commedia e tragedia. Per dare poi un tocco “rosa”, Montalbano viene travolto da una passione irrefrenabile nei confronti della nuova responsabile della Scientifica e tradisce Livia con Antonia. Il romanzo è gradevole e, se non disturbano i dialoghi in siciliano, va letto tutto d’un fiato.
Se proprio la scrittura in siciliano non fa per voi, potete scegliere il romanzo uscito a inizio luglio 2018 di Marco Malvaldi intitolato “A bocce ferme”. L’autore con la serie dei gialli comici di costume ha dato una rinnovata al genere. La lettura è leggera, allegra e attraverso i Vecchietti del BarLume racconta una parte d’Italia. Il romanzo si snoda attraverso un vecchio omicidio del 1968 irrisolto che si riapre per una questione di eredità. Si ride mentre scorrono le pagine e si apprezza il racconto di un intricato delitto.
Il romanzo intitolato “Tokyo Express” di Marsumoto Seicho è un sofisticato ed eccentrico thriller che ruota attorno all’incrociarsi di treni dove tutto si svolge in pochissimi secondi. Nella baia di Hakata i corpi di un uomo e una donna vengono rinvenuti all’alba e il colorito accesso delle guance rivela che hanno assunto cianuro. Sarà davvero un suicidio d’amore?
Infine vi suggerisco “La donna alla finestra” di A. J. Finn in commercio da maggio 2018. Anna Fox vive rinchiusa in casa a New York perché se esce viene assalita dal panico e così osserva dalla finestra. Finn riesce ad elevare un romanzo “per vendere” ad un genere letterario senza perdere l’elemento “mozzafiato”. Buona lettura!
A presto!
Lady RSJ

Eccentricità

Posted by on 28, agosto, 2018 in Appunti sulla moda | 0 comments

Eccentricità: è questa la parola d’ordine che potrei utilizzare per le vere novità di questa stagione fredda in tema di moda. E quando penso all’eccentricità la prima persona che mi viene in mente è la deliziosa interior designer statunitense Iris Appel. Il 29 agosto compie 97 anni e non li sente.
È riconosciuta nel mondo come icona di stile. Personaggio affascinante newyorkese purosangue dall’eleganza bizzarra e tutt’altro che scontata. Molte di noi hanno da imparare da una donna, “non bellissima”, capace di valorizzare la propria fisicità e personalità incurante dei commenti della “gretta mentalità borghese” e ancora oggi attiva frequentatrice di eventi di moda e di società.
Alcune proposte degli stilisti sono un vero e proprio richiamo a “rompere con gli schemi” e seguono questa linea. Rompere con gli schemi ossia utilizzare gli abiti per spiegare al mondo la propria unicità attraverso forme, colori e stampe molto originali e vistose.
Sembra un modo per rivendicare il diritto di essere “meravigliosamente diverse”. Come fare? Utilizzando la fantasia. I colori si accendono, le stampa invadono e si creano contrasti di colore, volume e tessuti.
L’arrivo di una donna così abbigliata diventa un evento quasi sociale. L’occhio di chi incontra è irrimediabilmente attratto perché prova un’esperienza visiva diversa ed estrosa. Una donna così  conosce quello che vuole e non ha timore di alcun confronto. E, tutto questo, mi piace moltissimo!
A presto!
Lady RSJ

Tendenza Anni ‘80

Posted by on 7, agosto, 2018 in Appunti sulla moda | 0 comments

Tendenza Anni ’80: è questa l’impressione che ho guardando qua e là le prime proposte per la stagione Fall/Winter 2018-’19. Tutto mi sembra fare un passo indietro quando le figure umane erano ridisegnate usando spalline e imbottiture. Arrivano quindi pantaloni a palazzo ampi con vita stretta, gonne a ruota e gonne longuette con spacchi importanti e sexy.
Gli anni ’80 alla fine piacciono sempre. Perché? Sono così tattici. Nascondono i difetti e i chili in più e aggiungono solo nei punti giusti. Sono vistosi, colorati e mettono di buon umore.
Ecco allora pantaloni larghi sui fianchi e nelle gambe a vita alta per strizzare il punto vita e snellire più che si può. Via libera ai pantaloni palazzo, alle misure comode e ai modelli oversize maschili. E, finalmente, mandiamo in soffitta i leggings. Evviva!!! Era ora!!!
Questo aumento dei volumi vale anche per cappotti, maglieria, giacche e gonne. Finalmente, se a cena si assapora una prelibatezza in più ed emerge un po’ di pancetta non se ne accorge nessuno.
Anche i colori saranno spiritosi ed energici: giallo, rosso, arancio e blu. Oppure materiali effetto pelle nei colori mat del cipria, bordeaux, cioccolato fondente e nero.
E poi la pelle effetto vernice o il tartan e l’immancabile animalier,
Mi piace!! Perché la moda è gioia e divertimento. A presto!

Mode: aperitivo con profumo

Posted by on 29, luglio, 2018 in Appunti sulla moda, ☺Idee per il weekend | 0 comments

Idee-per-il-week-endMode: aperitivo con profumo. Questa è la nuova esperienza che ho sperimentato – casualmente – a Torino al “Floris House” via Cavour 16 con amici.
È la moda del momento per i Millennials ossia location elegante e riservata all’apparenza profumeria artistica di alto livello e poi raffinato bar.
Insomma si tratta di bar, negozio, profumeria e giardino. Il cliente è immerso in un’atmosfera tra bazar e foresta con piante, fiori e profumi. Non manca il tè freddo di elevata qualità e gli stuzzichini casalinghi. Entrare in questo locale è stato come tuffarsi nel passato: ricordare stili Rococò e Barocchi ormai dimenticati o forse immergersi nel mondo sabaudo di qualche tempo fa. Fragranze, profumi e cocktail: è come allargare gli orizzonti o meglio unire cibo, bevande e suggestioni olfattive e visive per inebriare il cliente. Gli abbinamenti sono tradizionali o anche nuovi: lo spritz con i fiori proposto con tartare come esempio. I profumi sono Creed, Roja e molti altri: tutti di altissimo livello. E la novità è abbinare le essenze di base dei profumi per realizzare cocktail esclusivi.
Pensateci… provate a Torino, Roma e Milano. Non resterete deluse. A presto!

Mostra Luxus

Posted by on 22, luglio, 2018 in Appunti sulla moda, ☺Idee per il weekend | 0 comments

Idee-per-il-week-endMostra Luxus a Palazzo Reale fino a inizio settembre 2018. Eccomi a visitare una mostra un po’ strana: più che una vera e propria esposizione si tratta di un’occasione per riflettere sul concetto di lusso inteso come “unnecessary” per esprimere bellezza. Perché il lusso in quanto superfluo è il terreno ottimale per creare bellezza estetica senza vincoli. E, citando U. Foscolo, “Lo spettacolo della bellezza basta forse ad addormentare in noi, tristi mortali, tutti i dolori”. La bellezza quindi diventa lo strumento per sopravvivere alla vita stessa. Come? Attraverso l’ammirazione o l’uso di oggetti meravigliosi e pregiati che rendono l’esistenza umana più leggera. Un percorso educativo introduttivo all’estetica e al lusso e alla loro storia commentato da Stefano Zecchi attraverso un suo video. Ogni stanza, attraverso un libro che propone una frase significativa di un letterato che ha fatto la storia e da una penna stilografica di alto pregio, propone un tema: la stanza del Palazzo, la stanza del Tesoro, la stanza del Cinema, la stanza della Luce, la stanza della Vanità, la stanza del Giardino segreto, la stanza della Maschera, la stanza della Giostra e la stanza della Lussuria.
Ecco quindi ammirare oggetti d’arredo colorati di Venini, pregiate maschere veneziane, forzieri colmi di argenteria, strumenti musicali realizzati da eccelsi artigiani, gioielli, calzature uniche, abiti di scena, animali imbalsamati tutt’altro che rassicuranti come una tigre e un enorme serpente e il famoso riso con l’oro di Gualterio Marchesi. Il tutto per accompagnare il visitatore a vivere il lusso come un’esperienza eccentrica, fantasiosa e originale della vita.
Il mio commento: non vi stupiranno oltre i limiti gli oggetti durante la visita se siete persone abituate a frequentare ambienti sociali elevati ma vi resterà una riflessione sull’interpretazione del concetto di lusso. Fatevi un giretto… come dire “senza impegno”.
A presto!

W il fluo ma non troppo

Posted by on 6, luglio, 2018 in Appunti sulla moda | 0 comments

W il fluo ma non troppo. Se passeggiate tra le vie del Quadrilatero milanese potrete notare, senza ombra di dubbio, che il fluo regnerà sovrano negli outfit della prossima stagione invernale. Nero, blu scuro e bianco sono sempre attuali però il trend del momento è il colore. E quando si dice colore gli stilisti non scherzano! Le prime vetrine che non fanno mistero di questa tendenza sono quelle di Prada e, lo sapete, che io ho una certa simpatia per questa maison soprattutto quando si tratta di calzature.
Miuccia Prada si inventa una donna fluo da “ritorno al futuro” rispolverando il nylon in versione neon per dare alla figura un effetto “sportivo disimpegnato” che, tutto sommato, non mi spiace per nulla se non si esagera. Non solo Prada però si abbandona all’effetto “mi faccio vedere di sicuro” infatti è seguita dal ridente Moschino, Emilio Pucci e altri ancora. I colori fluo sono accesi per la stagione fall/winter 2018-19 quindi non basterà questa estate per sbizzarrirci.
La stagione fredda ci riserva cappotti, maxipull e trench in fucsia, verde acido, arancio e giallo. E per gli accostamenti? Mah gli stilisti propongono di smorzare l’effetto con colori neutri come beige, marrone o osare con tessuti tartan. A me, seppure ammetto essere un po’ scontata, piace tanto il total black con punta accesa di colore fluo e solo per un outfit da prima parte della giornata.
A presto!
Lady RSJ