Femme Fatale o minimal chic?

Posted by on 9, marzo, 2014 in Appunti sulla moda | 0 comments

Femme Fatale o minimal chic?

Difficile dire se è meglio essere femme fatale come l’intrigante e fortunata protagonista del film di Brian De Palma interpretato da Rebecca Romijn e Antonio Banders oppure se è preferibile ispirarsi alla sofisticata raffinatezza dell’icona Jacqueline Kennedy Onassis. Diciamo che ognuna di noi deve sentirsi se stessa quando indossa un abito. Perciò ambedue gli stili vanno premiati e le collezioni moda P/E 2014 sono generose per entrambe le tendenze.

La femme fatale si esprime con cascate di nero e indossa abiti che – in apparenza semplici – lasciano intravedere linee sinuose e seducenti. Dior e Givency puntano sulle spalle scoperte e toniche. Rocco Barocco sullo spacco per mostrare le gambe mentre Valentino propone uno stile monacale che molto lascia immaginare all’uomo. In generale, la tendenza è quella di scoprire poco e solo quello che serve per farsi notare.

Lo stile minimal – invece – vuole una donna sobria sia nei colori che nei tagli. Nulla è fatto per apparire e poco è cucito per valorizzare. L’abito è qualcosa che serve per coprire il corpo con tessuti semplici e pregiati che sono lontani dall’abbondanza bizantino-barocca by Dolce & Gabbana che abbiamo visto nella scorsa stagione fredda. Sportmax propone tubini rosati a girocollo. Max Mara punta su abiti a sottoveste con spallina in doppio di lana, angora e cashgora rigorosamente lavorati a mano. Nella stesse direzione vanno le creazioni by Bottega Veneta, Trussardi e Calvin Klein.

Scegliete voi cosa preferite!

Commenti social

commenti

Dì la tua... scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Formula test! * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>